Table de matières

Cos’è il rebranding e perché la vostra azienda ne ha bisogno.

La crescita della vostra attività è rallentata negli ultimi anni? Ora potrebbe essere un buon momento per ribattezzarlo.

Il rebranding è una modifica del nome, del logo o di altri elementi identificativi di un’azienda. Può anche riferirsi alle azioni intraprese dall’azienda per cambiare il modo in cui il mercato la percepisce.

Il rebranding potrebbe essere necessario per alcune buone ragioni:

  • Per eliminare le associazioni negative con il vecchio nome o l’immagine del marchio e dare all’azienda un nuovo inizio.
  • Per introdurre nuovi prodotti e servizi che richiedono una strategia di branding diversa da quella attuale dell’azienda.
  • Dare un aspetto nuovo e moderno all’azienda.

Creare un’identità di marca efficace con un rebrand

L’identità del marchio è un elemento critico della strategia di marketing di un’azienda. È la pietra angolare dell’identità visiva di qualsiasi azienda e può fare la differenza tra successo e fallimento.

Il branding è di solito associato al logo o al sito web dell’azienda, magari a un font e a un colore o due, ma coinvolge molto di più. Il vostro marchio è una rappresentazione visiva di come la vostra azienda intende far sentire le persone. Trasmette sempre lo stesso messaggio di etica e convinzione all’interno dell’azienda.

L’obiettivo di un rebrand è quello di aggiornare l’immagine del marchio dell’azienda per risuonare più profondamente con i consumatori e attirare nuovi clienti.

Qual è il processo di rebranding?

Il rebranding consiste nel cambiare il nome, il logo o entrambi di un’azienda, di un prodotto o di un servizio.

Esistono due tipi di rebranding:

1) Riposizionamento: Il vecchio marchio viene sottoposto a un processo di adeguamento o di completo cambiamento della sua percezione sul mercato per meglio attrarre il pubblico di riferimento.

2) Rinnovamento: Il vecchio marchio viene mantenuto ma rinfrescato apportando modifiche come l’aggiornamento di loghi e slogan.

Ecco alcuni degli strumenti di cui avrete bisogno nel vostro kit di strumenti per il marchio:

  • Logo Assets – In vari tipi di file, colori e disposizioni.
  • Linee guida del marchio – Un documento che funge da manuale di istruzioni per la tipografia, l’uso del logo, lo stile fotografico, l’illustrazione e l’iconografia utilizzati per commercializzare la missione, i valori e la tagline della vostra azienda.
  • Tipografia flessibile – Un carattere ben progettato e scelto per il marchio conterrà numerosi pesi per vari usi e sarà visivamente dinamico e unico per la vostra identità.
  • Dichiarazione di missione – Una chiara dichiarazione di missione è fondamentale per creare coerenza tra i materiali di marketing.
  • Tono di voce definito – La messaggistica e la comunicazione del marchio sono entrambe costruite utilizzando un tono di voce che rappresenta la vostra azienda e le persone che ci sono dietro.
  • Valori fondamentali: una serie di valori solidi e univoci per dare forma a tutto ciò che fate come marchio e come azienda.

Pianificazione di una nuova identità di marchio o di una riprogettazione

Esistono molti strumenti per creare una nuova identità di marchio o un re-design. Non esiste una soluzione unica per tutti, quindi è necessario trovare lo strumento più adatto alle proprie esigenze.

La prima cosa da fare è definire i propri obiettivi. Cosa volete ottenere con la riprogettazione? Se volete creare una nuova identità di marca, alcuni strumenti vi aiuteranno in questo processo. Se desiderate apportare alcune modifiche a un marchio già esistente, esistono alcuni strumenti anche per questo.

Un altro aspetto da tenere presente nella scelta degli strumenti giusti è il budget e la disponibilità di tempo. Alcuni di questi strumenti richiedono più tempo e denaro di altri, quindi è fondamentale capire quali strumenti vi aiuteranno a massimizzare la crescita dell’azienda al giusto prezzo.

I risultati attesi dal rebranding di un’azienda

Ecco alcuni dei principali risultati che potete ottenere con il rebranding della vostra azienda:

Attirare nuovi clienti

Dopo un po’ di tempo, il messaggio della vostra azienda potrebbe essere diventato stantio e irrilevante per il vostro pubblico. È necessario continuare ad andare avanti. Man mano che la vostra attività cambia in base alle esigenze dei clienti, l’immagine del vostro marchio deve riflettere questo cambiamento. Quando fate un rebranding della vostra azienda o del vostro target, potete contribuire ad aumentare l’interesse dei clienti. In questo modo, potrete anche compensare la maggior parte delle impressioni negative che i clienti avevano del vecchio marchio.

Raggiungere nuovi obiettivi

Il rebranding può anche essere un’opportunità per spostare significativamente il focus dei vostri sforzi, permettendovi di raggiungere nuovi obiettivi. Uno di questi obiettivi può essere, ad esempio, lo sviluppo di nuovi prodotti o il miglioramento di quelli esistenti.

Aumentare gli obiettivi di crescita

Ogni volta che c’è qualcosa di nuovo o di eccitante – che si tratti di nuovi prodotti, servizi o modifiche al marchio della vostra azienda – avete l’opportunità di creare un’eccitazione. Con il rebranding della vostra azienda, potete raggiungere un pubblico che molto probabilmente sta già parlando di voi attraverso i social media! Questi cambiamenti possono preoccupare alcuni clienti, ma invece di preoccuparli, potete rassicurare i clienti illustrando le ragioni per cui sono state apportate queste modifiche. Inoltre, si può parlare del motivo per cui questi miglioramenti sono necessari.

Semplificare la messaggistica

Avete mai avuto la sensazione che la vostra azienda abbia perso la sua voce unica tra i concorrenti? Un rebrand può aiutare a riportare tutto al centro dell’attenzione. Se la gestione della reputazione online non è mai stata una priorità, questo è il momento giusto per iniziare! Non solo ripulirete la vostra presenza online, ma avrete anche un vantaggio nell’affrontare altri problemi prevedibili.

Ecco due esempi:

DUNKIN’ DONUTS → DUNKIN’

riprogettazione del tutorial lcwa

L’azienda voleva ampliare i propri orizzonti e allontanarsi dall’essere un marchio specializzato che si concentra esclusivamente su ciambelle e caffè.

Nella loro campagna di rebranding, hanno eliminato la parola “donuts” e sono diventati “Dunkin”, consentendo all’azienda di essere più diversificata nelle sue offerte.

Invece di essere piuttosto ristretti e di promuovere solo uno dei vari articoli, il nome “Dunkin” permette di diversificare.

La ragione principale di questo rebrand è stata la popolarità del caffè “Dunkin’s”. Era uno degli acquisti più popolari della catena alimentare, ma si riteneva che il nome generasse confusione.

I clienti penserebbero di poter comprare solo ciambelle?

Con la strategia di rebranding, l’azienda continuerà a rivolgersi al suo pubblico di riferimento e rimarrà riconoscibile. Mantenendo la stessa palette di colori e la stessa tipografia, questo sottile cambiamento dimostra la comprensione del mercato attuale.

Questo è un ottimo esempio di marchio che non ha paura del cambiamento. I clienti si evolvono e così le loro esigenze.

Per rimanere al passo con i tempi, è importante che i marchi accolgano questi cambiamenti e continuino a migliorare l’esperienza dell’utente.

Airbnb

Sapevate che la popolare azienda di alloggio ha ormai più di 10 anni? Vediamo come è uno dei migliori esempi di strategie di rebranding.

tutorial redesign airbnb lcwa

L’idea di Airbnb è nata quando i fondatori Brian Chesky e Joe Gebbia non potevano permettersi di pagare l’affitto. Il duo ha guadagnato i primi 240 dollari affittando il loft a 3 persone per 80 dollari a testa.

Nei 3 anni successivi, Airbnb è cresciuto rapidamente. Nel 2011 ha ottenuto un finanziamento di circa 112 milioni di dollari e ha raggiunto il milione di notti prenotate.

Un errore di branding

Più tardi, nel 2011, Airbnb ha avuto un disastro di marketing quando “EJ”, la casa di un host, è stata vandalizzata. La compagnia non ha offerto alcun risarcimento per i danni e ha dichiarato di non assicurare le perdite. La fredda risposta è diventata virale e molti host hanno apertamente attaccato l’azienda online.

Inoltre, nel 2013, un affittuario è stato multato di 2.400 dollari per aver affittato una stanza del suo appartamento a New York. L’uomo ha impugnato la multa in tribunale e la battaglia legale tra la città di New York e Airbnb si è trascinata per un anno intero.

Questa crisi di PR avrebbe potuto rivelarsi disastrosa e Airbnb aveva bisogno di una nuova messaggistica per superare le difficoltà. Uno dei tanti esempi di rebranding alimentato da una crisi di pubbliche relazioni.

Il punto di svolta

Dopo un’immensa pressione, Airbnb ha cambiato idea. Alla fine hanno risarcito “EJ” per i danni arrecati alla sua proprietà e ora offrono una garanzia di 1 milione di dollari agli host. Airbnb ha vinto anche la causa da 2.400 dollari, il che è stato molto fortunato perché, se avesse perso, avrebbe dovuto chiudere la sua attività in una delle più grandi capitali turistiche del mondo.

Con le controversie legali alle spalle, Airbnb ha deciso di ridisegnare il proprio marchio in modo da andare oltre le stanze. Si sono rivolti a DesignStudio per elaborare una strategia di rebranding. Questa è stata la loro campagna di “bentornato a casa”.

Anche il logo e il colore di Airbnb sono stati modificati per riflettere il senso di appartenenza. L’azienda ha scelto il simbolo Belo come rappresentazione di persone, luoghi e amore (i 3 angoli) che formano la forma dell’alfabeto “A”. Hanno anche abbandonato i colori blu e bianco a favore di un rosso vibrante che dovrebbe riflettere la passione e l’amore.

Come la Web Agency Low Cost può aiutarvi nel Rebranding della vostra azienda.

Low Cost Web Agency può aiutarvi con la vostra prossima campagna di branding. Abbiamo le competenze per creare una campagna di successo che vi aiuterà a raggiungere il vostro pubblico di riferimento.

Possiamo offrire i loro servizi a un prezzo accessibile. Il costo di questi servizi è molto inferiore a quello che si avrebbe lavorando con un team interno di marketer, designer e copywriter.

Contattate noi di Low Cost Web Agency per discutere della vostra campagna di rebranding.